Amare la paura

amare-la-paura

Amare la paura … ma cos’è la paura?

 La parola “paura” deriva dal latino “pavor”, cioè timore, preoccupazione, sensazione o pensiero di pericolo imminente.

Ero perplessa se scrivere un articolo sulla paura, proprio per la paura di deviare con una connotazione negativa il mio blog improntato sulle emozioni positive. Ma ho riflettuto e ho pensato a tutti i lati positivi nascosti dietro la parola “paura”. Grazie proprio alla paura ho avuto la possibilità di conoscere la parte più profonda del mio essere e di assaporare la soddisfazione nel superare i miei limiti.

Che ruolo ha la paura nella nostra esistenza?

 Credo che sia il nostro freno a mano nella vita.

Quella vocina che ci mette in guardia, che ci aiuta a ponderare bene le nostre scelte e le nostre azioni.

Ed è per questo che considero la possibilità di amare la paura come l’opportunità di conoscere i confini della propria anima, la parte più nascosta di noi, dove vivono le nostre emozioni, i nostri condizionamenti, i nostri pregiudizi, il nostro passato.

La conoscenza della nostre paure ci può donare maggior consapevolezza della nostra persona.

Proveremo sempre paura, è l’intensità del nostro coraggio nel superarla che fa la differenza.

logo-01

 

Grazie alla capacità di amare se stessi, possiamo comprendere il sano significato della paura, ampliando la nostra zona di comfort, per crescere.

Sembra facile con le parole ma … semplicemente non lo è.

Ho provato sulla mia pelle i limiti della paura.

 Quel freno che realmente ci blocca, che ci presenta situazioni catastrofiche spesso ben lontane dalla realtà, quelle paure che ci stringono lo stomaco, che ci schiacciano l’anima, togliendoci il respiro.

 

Dobbiamo attraversare le nostre paure, non scappare da esse.

logo-01

Tutti abbiamo le nostre paure costanti, quelle che ci hanno sempre fatto compagnia durante la nostra vita e quelle che ci appaiono improvvisamente dal nulla.

Spesso sono legate al nostro passato, a una situazione che stiamo vivendo o al bombardamento mediatico che la società ci rigetta, e hanno la capacità di influenzare i nostri pensieri, alimentando la nostra stessa paura, supportando quella vocina in testa che ci prefigge la sciagura imminente se agiamo, se sbagliamo, se accade quel che non deve accadere.

Se poi …

Davvero siamo così convinti che il peggio di una situazione sia così vicino e i suoi effetti possano essere davvero devastanti e irrecuperabili?

Per fortuna le nostre più grandi paure vivono solo nella nostra fantasia.

logo-01

 

A volte pare che sia meglio rimanere fermi a farci abbindolare dai nostri pensieri, dalla nostra mente che ci supporta, raccontandoci tutte le storie possibili, perché diciamolo … a tutti noi piace raccontarcela.

 Ma possiamo rimanere fermi?

Possiamo davvero farci scoraggiare dalla paura?

Ogni volta che cedo alle mie paure, ne aumento il valore.

Ogni volta che supero le mie paure, aumento il mio valore.

logo-01

Non possiamo rimanere fermi e impauriti, dobbiamo agire.

Per me la paura è un’opportunità di comprendere il mio essere più profondo.

Prova a immaginare la tua paura più grande:

Perché riesce a destabilizzarti?

Che cosa racchiude in sé?

Da cosa nasce?

Quanto sta limitando la tua vita?

Come puoi accettarla e/o superarla?

Quando entro nel vortice della paura cerco di conoscerla.

Mi creo un’immagine nitida di essa, la riempio di dettagli, fino a portarla nella sua massima espressione.

Mi chiedo:

Se dovesse davvero accadere che la mia paura diventi realtà, cosa potrei fare?

Qual è la conseguenza peggiore che comporterebbe?

Estendo la mia paura fino all’estremo, lascio il mio stomaco attorcigliarsi, ascolto il mio respiro, affronto la mia paura.

E poi … mi domando ancora:

Come potrei risolvere il problema?

Nelle peggiori delle ipotesi, cosa dovrei fare per uscirne fuori?

Mentre tu ti perdi nelle tue paure, il mondo giro lo stesso, il sole sorge lo stesso, la notte arriva lo stesso, e tutto avrà sempre il suo inizio e la sua fine.

logo-01

Quando vivo l’immagine della mia paura, comprendo che non fermerà la mia vita e che sono in grado di trovare tutte le possibili soluzioni post catastrofe.

Per me è fondamentale capire perché provo quella paura, da dove nasce.

Io credo che quando affrontiamo la nostra paura, quando la portiamo fino all’estremo, diventa meno importante, perché, in parte, è già sotto il nostro controllo.

Non dobbiamo necessariamente lottare contro le nostre paure, non dobbiamo per forza vincerle tutte, ma dobbiamo semplicemente ascoltarle, parlano di noi.

Ascolta le tue paure, parlano di te.

logo-01

Ci sono paure che possiamo superare e altre che accettiamo con consapevolezza, senza ostacolare la nostra tranquillità.

Io ho imparato ad accettare che esiste la paura e addirittura ad amarla.

Ho imparato a cogliere in lei tutti gli aspetti che mi aiutano a crescere, ho imparato con il tempo a gustarmela, a sviscerarla e analizzare oggettivamente cosa la fa emergere, perché nel mio più profondo sto provando paura, comprendo i miei bisogni.

Mi amo di più, perché capisco come il mio essere, cerca attraverso la paura, di darmi dei segnali per proteggermi, tutto ciò è meravigliosamente positivo.

Tutto ciò è illuminante, perché posso migliorarmi, posso scegliere di capire come superare le mie paure e soprattutto conosco la parte più profonda del mio essere.

Cercherò ciò che non conosco, scoprirò paure nuove, superandole creerò un’altra me.

logo-01

Affrontando la paura prendo il controllo dei miei pensieri,  sono io stessa che li distruggo se troppo pessimistici, sono io stessa che prefiggo gli obiettivi che voglio, sono io stessa ad accettare la paura sana e addirittura ad amarla!!!

È importante capire che, indipendentemente dal nostro provare più o meno paura, le cose accadranno comunque lo stesso.

La nostra capacità di vivere le situazioni, di tenere tutto sotto controllo, non potrà mai sottrarci totalmente al nostro destino, tanto vale godersi la vita ogni secondo, ogni attimo, senza sprecare energie inutilmente.

Ascolta il tuo cuore, trova le parole, nella profondità della tua essenza e impara ad amare la paura, ti permetterà di illuminare la tua vita.

So che la paura esiste, non la rinnego, non l’alimento, io la attraverso.

logo-01

Tu come vivi la paura?

Lascia un tuo commento, parliamone.

 

3 AZIONI PER AMARE LA PAURA:

  • Individuare cosa e come si crea la paura in noi: cercare di analizzarsi, porsi domande, capire.
  • Affrontare la paura, ampliare la nostra zona di comfort: crescere, sfidarsi, ampliare i propri limiti.
  • Accettare che esiste la paura: capire i segnali positivi di avvertimento e comprendere i propri limiti.

 

3 ERRORI DA EVITARE PER AMARE LA PAURA:

  • Non avere il coraggio di conoscere la propria paura: rimanere imprigionati in essa, senza affrontarla.
  • Rimanere fermi, impassibili, immobili, per paura: non agire, non capire, non rischiare, non crescere, non migliorarsi.
  • Giudicarci e giudicare gli altri che provano paura: non alimentare il circolo della paura, non diffonderla, né con noi stessi né con gli altri.

 

La paura, se non ascoltata, ci avvelena l’anima.

logo-01

Buon proseguimento di giornata.

Vivi le emozioni del tuo cuore, ascolta le sue parole d’amore, e che siano urlate, sussurrate, scritte, pensate, bisbigliate, dette o non dette, l’importante che siano

scritta-01

Scrivi un commento

@kateandnik