Amare la gentilezza

amare-la-gentilezza

Che cosa intendiamo per gentilezza?

Siamo sempre piacevolmente colpiti quando la cogliamo tra gli esseri umani.
Siamo in grado di riconoscerla, lodarla o criticarla, a volte anche pretenderla.

Ma cos’è la gentilezza in fondo?

Come può essere definita?

Gentilezza è amabilità, cortesia, garbatezza.

Io credo che la gentilezza sia un modo di esprimere la propria persona guidati dal proprio cuore.

La gentilezza crea emozioni.

logo-01

Il nostro corpo e le nostre parole, esprimono la parte più profonda di noi, e a volte non è tanto il messaggio che diamo ma come lo diamo che fa la differenza.

La gentilezza la si coglie nei piccoli gesti, nelle parole, negli sguardi, negli occhi, nel tono della voce, nei sorrisi.

È un modo di vivere la vita che inizia dal nostro cuore per raggiungere il cuore altrui.

La gentilezza è alla base di ogni rapporto umano, in qualsiasi contesto.

Coltiva la serenità oltre la tua persona, sii gentile.

logo-01

Ritengo che al mondo, nella nostra società, tra di noi, manchi tanto la gentilezza.

Tutti indaffarati, distanti gli uni con gli altri, tutti pronti ad attaccare e a difendersi, tutti pronti ad aver ragione, tutti pronti ad imporsi.

Tutti lontani dal proprio cuore e ancor di più dal cuore altrui.

Costruiamo muri per proteggerci dalle emozioni, coltiviamo la diffidenza, per non sprecare energie nel comprendere l’altra persona.

Ma siamo certi che tutto ciò ci faccia stare bene?

Siamo così convinti che sia così tremendamente difficile capire anziché giudicare, tendere anziché trattenere?

Siamo certi che donare un sorriso, una parola confortevole sia un’impresa ardua?

Impariamo a conoscere la gentilezza, a farla entrare nella nostra anima, a viverla come un’abitudine.

Essere gentile significa toccare il cuore.

logo-01

Impariamo a essere gentili con noi stessi e con gli altri.

  Un cuore sereno e in pace con stesso sarà più predisposto a regalare un sorriso, una parola “dolce”, un gesto virtuoso.

Qual è stato l’ultimo gesto di gentilezza che hai donato?

Riponiamo negli altri le nostre aspettative, i nostri bisogni, senza cogliere il mondo altrui.

Non potremmo mai conoscere realmente un’altra persona per comprendere tutte le sue reazioni, non potremmo mai sapere quali possano essere realmente i bisogni degli altri individui, quindi impariamo a comunicare con il cuore.

Ognuno vive le proprie battaglie, tu dona un po’ di tregua con la tua gentilezza.

logo-01

Con gli estranei, incrociamo i loro sguardi, dividiamo spazi in luoghi pubblici, a volte per necessità chiediamo loro informazioni con grande diffidenza e distacco.

Eppure ogni volta che la nostra persona incontra un’altra, che sia un vecchio amico o uno sconosciuto, che sia il proprio compagno o la commessa di un negozio, ogni volta è indiscutibilmente un’opportunità per coltivare la gentilezza. 

E allora non preoccupiamoci se non siamo stati accolti in modo gentile, se ci hanno risposto in tono brusco, se abbiamo ricevuto un’email poco carina, perché ricevere gentilezza è una rarità che non ci deve scoraggiare.

Anzi deve spronarci a lottare per divulgare i propri valori, il proprio cuore, per diffondere energia positiva.

È raro che la gentilezza non sia colta, apprezzata, lodata.

È raro che non riesca a migliorare una comunicazione dai toni forti.

E’ raro che non arrivi a raggiungere il cuore delle persone.

Se desideriamo un mondo più gentile, dobbiamo coltivare la nostra gentilezza verso gli altri.

logo-01

  Essere gentile genera benessere interiore, ancor prima di donare una parte di noi a qualcun altro.

La gentilezza è un atto di generosità verso un’altra persona che nasce spontaneamente senza richieste.

Non è faticoso donare un sorriso, una stretta di mano, una parola “confortante”, saper ringraziare e chiedere scusa, salutare, supportare, basta lasciarsi andare alle emozioni.

Non essere privo di gentilezza, non impedire alla tua persona di conoscere attimi di pace interiore e serenità.

La gentilezza nasce dal cuore.

logo-01

Credo che la gentilezza non sia solo un modo di fare, ma di essere.

Perché chi ha un animo gentile, lo manifesta in ogni ambito e situazione, nel lavoro, nella famiglia, nelle amicizie, in ogni relazione con il prossimo.

Soprattutto nella professione ritengo che indipendentemente dalla tipologia di lavoro che uno svolga, la gentilezza sia determinante.

Puoi possedere tutte le migliori competenze, avere chissà quale background, ma se non riesci a comunicare alle persone con il cuore, difficilmente riuscirai.

Puoi vendere il miglior prodotto presente sul mercato, ma solo se lo fai con gentilezza ottieni i migliori risultati.

La gentilezza genera emozioni, scalda il cuore, abbatte i muri d’indifferenza.

Esprimi la parte più profonda del tuo essere, arricchisci la tua vita e goditi tutta la ricchezza che si vive nell’amare la gentilezza.

Scopri il piacere di donare un sorriso.
logo-01

 

Tu come vivi la gentilezza?

Lascia un tuo commento, parliamone.

 

3 AZIONI PER AMARE LA GENTILEZZA:

  • Comunicare con il cuore
  • Cogliere tutte le opportunità nelle quali essere gentili, osservare con amore
  • Saper essere gentile, non solo fare il gentile

                                                                                           

 

3 ERRORI DA EVITARE PER AMARE LA GENTILEZZA:

  • Rimanere chiusi nel proprio mondo
  • Giudicare senza conoscere
  • Non comprendere la ricchezza nel donare

 

Coltiva la gentilezza, colora il mondo.

logo-01

 

Buon proseguimento di giornata.

Vivi le emozioni del tuo cuore, ascolta le sue parole d’amore, e che siano urlate, sussurrate, scritte, pensate, bisbigliate, dette o non dette, l’importante che siano

scritta-01

Scrivi un commento

@kateandnik