Amare osare

 

Spesso non viviamo la vita che vorremmo limitando il nostro stesso benessere perché fatichiamo ad osare.

Fatichiamo ad andare oltre la nostra area di comfort, oltre ogni paura, oltre noi stessi.

Sembra assurdo ma pare più semplice vivere di rimpianti, che di fallimenti.

Recentemente per lavoro mi è stato chiesto di parlare della capacità di osare davanti ad oltre cento persone.

La prima domanda che mi posi per impostare il mio discorso fu:

“Come posso parlare della mia capacità di osare per ispirare gli altri?”

Ho iniziato quindi a comprendere cosa significhi osare:

osare è avere il coraggio di compiere qualcosa di rischioso”.

Per osare dobbiamo spegnere la voce della nostra mente per ascoltare solo quella del nostro cuore.

 E allora mi chiesi dove troviamo il coraggio e perché dovremmo rischiare?

E poi cosa rischiamo?

Forse di perderci mentre ci scontriamo proprio con noi stessi, con la nostra essenza più profonda?

Allora perché io oso?

Non rischiare equivale a non vivere.

Ho analizzato me stessa e ho compreso che io oso perché ricerco qualcosa, oso perché mentre mi perdo ritrovo me stessa, il mio vero benessere.

Allora è per la scoperta di noi e per la ricerca del piacere che si ha il coraggio di seguire le proprie idee, le proprie passioni, il proprio cuore, sviluppando la capacità di osare.

Certo sviluppando … perché credo che bisogna allenare continuamente il nostro coraggio, bisogna farlo crescere, oltre le delusioni, lo sconforto, per abbracciare il nostro equilibrio.

Se penso alla mia vita effettivamente ho osato molto, sia dal punto di vista professionale che personale.

Sempre fin troppo determinata a raggiungere i miei obiettivi, sono spesso andata oltre me stessa.

Ho osato quando ho esposto le mie considerazioni, quando ho presentato i miei progetti, quando ho scelto di esprimermi ed espormi.

Certo osare non è né semplice né tanto meno facile, ma è possibile e soprattutto ci fa bene.

Perché è difficile esporci, rischiare, scegliere di andar incontro all’ignoto, pur sapendo che potremmo vivere ciò che desideriamo?

Cosa ci blocca?

La paura.

Tutta la paura legata ai nostri timori, alla nostra infanzia, alle nostre credenze, alla nostra educazione, al nostro passato, ai nostri ricordi, alla nostra vita.

Cerchiamo di comprendere cosa ci frena e perché, coltiviamo la nostra consapevolezza, ascoltiamo profondamente.

Inoltre sappiamo benissimo che osare implica la possibilità di vivere la sofferenza, perché si rischia il rifiuto, il giudizio, la frustrazione, come possiamo quindi osare comunque?

Accettando il fatto che per evolversi, crescere, capire, vivere, dobbiamo tentare e possiamo farlo credendo fortemente in noi, maturando la consapevolezza del nostro essere profondo, delle nostre capacità senza permettere a niente e a nessuno di intaccare la nostra tranquillità.

Certo potremmo perderci, demoralizzarci, ma potremmo anche farcela, potremmo ottenere ciò che desideriamo, e già solo questo è abbastanza per rischiare.

Noi dobbiamo esporci senza preoccuparci troppo del risultato, con il distacco dalla meta, ma con il cuore colmo del desiderio di provarci.

La soddisfazione e lo sconforto sono emozioni che in ogni caso ci fanno sentire vivi, perché movimentano la nostra evoluzione.

La staticità, il rimpianto e la paura ci fanno vivere più esperienze ed emozioni negative di quanto possano darcele un fallimento.

Il fallimento altro non è che una lezione di vita, la possibilità di capire come e dove miglioraci per progredire.

Non permettiamo alle nostre paure di limitare la nostra vita, noi siamo più forti, noi possiamo affrontare ogni sfida.

Diveniamo consapevoli di cosa ci frena, attraversiamo i nostri timori, mettiamo in dubbio i nostri turbamenti, facciamo crollare come castelli di sabbia i muri che ci creiamo per non agire.

Impariamo a dire no, impariamo a lasciar scivolare ciò che ci dona malessere per concentrare tutte le nostre energie  per farci del bene.

Lottiamo per ciò che ci sta a cuore, contro ogni giudizio, incomprensione, paura.

Che sia un fallimento o una riuscita, poco importa, l’importante è vivere di emozioni.

Impariamo a dire la nostra idea, ad esprimere i nostri sentimenti, a vivere davvero la vita.

Riesce solo chi si sa accettare la possibilità di fallire.

Nella riuscita la nostra autostima cresce, la nostra forza interiore aumenta

Non perdiamo treni, occasioni, possibilità, viviamo ora, tentiamo.

Osare in fondo è prendersi il diritto di gustarsi la vita.

 

Ascoltiamo il nostro cuore … e iniziamo ad amare osare!!

Tu osi?

Lascia un tuo commento, parliamone.

 

3 AZIONI PER AMARE OSARE:

  • Andare oltre le proprie paure.
  • Ascoltare il proprio cuore.
  • Ricercare il proprio benessere.

 

3 ERRORI DA EVITARE PER AMARE OSARE:

  • Lasciarsi influenzare negativamente dalla propria mente.
  • Avere paura del giudizio altrui.
  • Rimanere, per scelta, nella propria area di confort.

 

Buon proseguimento di giornata.

Vivi le emozioni del tuo cuore, ascolta le sue parole d’amore, e che siano urlate, sussurrate, scritte, pensate, bisbigliate, dette o non dette, l’importante che siano

Scrivi un commento

@kateandnik