Amare i cambiamenti

Quante volte sentiamo parlare di cambiamento?

Nella nostra vita affrontiamo tutti i giorni la possibilità di scegliere, ma spesso siamo restii a scegliere nuove condizioni.

Ci facciamo imprigionare dalla paura.

Fatichiamo a uscire dalla nostra meravigliosa zona di confort.

Rimaniamo nelle nostre tranquille comodità errate, nelle nostre amate abitudini.

Perché per abbracciare il cambiamento, ci vuole coraggio.

Grande o piccolo che sia il cambiamento porta con sé nuove opportunità.

Non basta infatti il desiderio, non servono i “vorrei”, per fare davvero un’evoluzione che ci porti a scegliere e a cambiare, ci vogliono i “voglio” che urlano da dentro la nostra anima con forza e determinazione.

Per quanto potremmo sentire in un angolo remoto della nostra essenza che esigiamo di un cambiamento, il divario tra l’ascolto dei nostri bisogni e il loro appagamento è grandissimo.

Le nostre esigenze si travestono per confonderci.

Le soluzioni possibili ed efficaci appaiono complesse e difficili.

Scegliere di cambiare è faticoso ma necessario.

Se non ci fosse l’evoluzione, nulla sarebbe possibile, tutto diverrebbe statico, tutto morirebbe.

E in fondo una parte di noi muore quando si lascia abbattere dall’abitudine di vivere le stesse cose, gli stesi posti, le stesse azioni, per rispondere al nostro bisogno di sicurezza.

Un bisogno forte e a volte incoerente, perché mentre rimaniamo nelle nostre sicurezze, la nostra autostima non cresce, non si evolve, non si sviluppa perché non ci creiamo nuove sfide da superare.

Se non cambiamo, non ci mettiamo in gioco, non sperimentiamo, non impariamo, non cresciamo.

 Ampliando i nostri orizzonti, c’è un mondo meraviglioso che ci attende, ad un passo da noi.

Dobbiamo solo avere la temerarietà di scoprirlo, di lasciarci entusiasmare dalla scoperta stessa del nuovo.

Per cambiare realmente le cose, dobbiamo cambiare realmente le nostre azioni.

Che poi perché il nuovo ci deve spaventare?

Perché siamo spesso più predisposti a essere negativi che positivi?

Per proiettarci già nel peggio con la vana illusione di limitare le nostre sofferenze senza accorgerci invece che semplicemente le ampliamo.

Iniziamo a vivere male per paura, ci predisponiamo verso il malessere che, quando e se arriverà davvero, confermerà le nostre teorie.

Ma il bicchiere può essere anche mezzo pieno.

Potremmo cogliere invece nuove opportunità già iniziando a fantasticare sulle soluzioni possibili, creando la nostra visione, costruendo i nostri desideri, influenzando positivamente la nostra realtà e soprattutto il nostro destino.

Ciò che si osserva con gli occhi della speranza e della fiducia, ha più possibilità di essere baciato dall’amore.

Ci sono cambiamenti necessari per vivere.

Cambiamenti che ci lanciano piccoli segnali affinché possiamo coglierli e scegliere di ascoltarli, oppure annientarli con l’idea di essere noi i più forti.

Peccato che se non apportiamo le dovute modifiche che la vita ci suggerisce per il nostro benessere, il cambiamento cui non diamo ascolto cambia inevitabilmente noi.

Ci dobbiamo adattare quindi a un cambiamento apparentemente forzato senza capire subito che era invece assolutamente indispensabile per la nostra vita.

 Quando comprendiamo i benefici del cambiamento, rinasciamo.

Ci sentiamo a volte anche ridicoli ad aver dato retta alle nostre paure in maniera errata, amplificando le nostre angosce.

Già perché quando cambiamo davvero, non possiamo più tornare indietro, comprendiamo quanto diventi doveroso andare invece avanti, quanto sia meraviglioso continuare un percorso di rinascita e scoperta.

Ascoltiamo la nostra salute, la nostra tranquillità, i nostri valori, per comprendere di cosa abbiamo bisogno, per capire cosa dovremmo cambiare per raggiungere il nostro benessere.

Non rimaniamo intrappolati in comodità che oggi ci appagano e domani ci rovineranno.

Non sprechiamo tempo rimanendo schiavi della paura, senza ascoltarla in maniera efficace.

Rimaniamo in gabbia, non tanto per le nostre azioni, ma per la nostra mente.

Cambiamo.

Abbracciamo il cambiamento senza timore.

Creiamo il cambiamento che desideriamo.

Dobbiamo guardare oltre e non indietro.

Non fossilizziamoci per pigrizia.

Ampliamola quest’area di comfort.

Potremmo scoprire un nuovo noi, stupirci delle nostre capacità e meravigliarci dei nostri poteri nascosti.

Dovremmo cambiare per amplificare il nostro piacere, non per scappare dal nostro dolore.

Non ascoltiamo la nostra mente e i nostri pensieri che vogliono controllare tutto, che desiderano sapere assolutamente cosa ci attende oltre il cambiamento.

Nessuno può svelarci cosa succederà a seguito delle nostre scelte.

Siamo noi a crearci il nostro futuro, concediamoci ogni strepitosa possibilità.

Tutto cambia, non rimaniamo fermi.

In questo periodo particolare della mia vita ho affrontato diversi cambiamenti.

Ho compreso soprattutto che finché non avessi trovato il cambiamento principale da fare, non sarei riuscita a uscire dal mio tunnel.

Capii che dovevo impegnarmi in maniera più profonda nell’individuare quali erano i segnali che il mio corpo mi lanciava.

In questo lungo percorso sono cambiata molto e ancora cambierò.

Ho scoperto una nuova me, ho fortificato la mia resilienza.

Ora non posso che guardare avanti con fiducia e speranza.

Non posso che augurarmi il meglio, convinta che il meglio arriverà.

Amiamoci talmente tanto da scegliere sempre la nostra pace.

Abituiamoci ai cambiamenti.

Guardiamo al futuro con gioia.

Crediamo nelle nostre capacità.

Nei momenti più complessi siamo in grado di far emergere il meglio di noi.

Abbiamo infinite possibilità da gustarci.

Apriamo la nostra mente, ma soprattutto apriamo il nostro cuore iniziando ad amare i cambiamenti.

Cambiare significa vivere.

Tu come vivi i cambiamenti?

Lascia un tuo commento, parliamone.

3 AZIONI PER AMARE I CAMBIAMENTI:

  • Ascoltare il proprio cuore per compiere le scelte che ci guidano verso il nostro benessere.
  • Avere speranza e fiducia in se stessi.
  • Aprire la propria mente e il proprio cuore a tutte le nuove opportunità.

 

3 ERRORI DA EVITARE PER AMARE I CAMBIAMENTI:

  • Rimanere ancorati nelle proprie cattive abitudini.
  • Lasciarsi soggiogare dalla propria mente e dal vortice delle proprie paure.
  • Razionalizzare tutto troppo.

Buon proseguimento di giornata.

Vivi le emozioni del tuo cuore, ascolta le sue parole d’amore, e che siano urlate, sussurrate, scritte, pensate, bisbigliate, dette o non dette, l’importante che siano

 

Scrivi un commento

@kateandnik