Amare la semplicità

Cos’è la semplicità?

Io credo che la semplicità sia l’essenza, qualcosa di estremamente semplice e facile.

Alla base di ogni cosa vive la semplicità, la purezza.

Non è solo in ciò che si vede, ma anche in ciò che si sente.

La semplicità la scopriamo nel nostro modo di affrontare la vita, nella distanza che poniamo tra noi e la felicità.

Il concetto di semplice vive innanzitutto nella nostra mente, nella gestione dei nostri pensieri, nella visione del proprio futuro, nella capacità di mantenere salda la nostra tranquillità.

L’immagine che noi diamo alla semplicità è soggettiva, ciò che appare semplice per qualcuno non può esserlo per qualcun altro, ed è proprio in questa meravigliosa magia che comprendiamo davvero l’importanza della semplicità.

Dove possiamo cogliere la semplicità?

Nella vita.

La natura si esprime con semplicità, si abbandona al ritmo del tempo che scorre.

Quest’abbandono avviene in maniera delicata e facile.

Nel misterioso e magico ciclo della vita, tutto nasce, cresce, si trasforma in maniera semplice e naturale.

La vita di un fiore, di una farfalla, di un bimbo ci permettono di comprendere davvero come viene espressa la semplicità.

Quella purezza vera, che non ha bisogno di nulla, che vive nella sua perfezione.

Dovremmo cogliere tutta questa semplicità per ispirarci, per capire come vivere davvero.

Cogliamo l’attimo nella sua semplicità, viviamo ora.

Già perché l’essere umano adulto è straordinariamente programmato a complicarsi la vita.

Attraverso i pensieri che formula, le convinzioni e i giudizi che genera, le paure che coltiva, riesce facilmente a rendere difficile la propria esistenza.

È molto raro trovare persone semplici, che vivono serenamente e tranquillamente senza troppi pensieri depotenzianti.

Persone che riescono a lasciar andare con leggerezza le energie negative, persone consapevoli del proprio benessere.

Una persona semplice non conosce la complicazione, non la genera.

Ma nella troppa semplicità si può intrappolati.

Facilitare la propria vita, ripetendo abitudini che limitano la nostra capacità di crescere non aiuta.

Spendere sempre meno energie nel ripetere in maniera automatica certi comportamenti e certe azioni perché più semplici, limita la nostra crescita.

Cambiamo percorso, visione, idea, concediamoci ogni possibilità, non rimaniamo incagliati per timore, osiamo.

Creare il cambiamento con semplicità è il miglior modo per accettarlo, passettino dopo passettino permettiamo la nostra evoluzione.

  Come possiamo vivere la semplicità?

Semplicemente ascoltando il proprio cuore, la parte più profonda di noi sa sempre indicarci la strada.

Ciò che ci fa vibrare di emozioni, ciò che ci fa star bene è ciò che ci serve.

Tutto perde valore di fronte all’essenziale e proprio l’essenziale è racchiuso in noi, senza avere o fare chissà cosa.

Abbiamo dentro di noi una forza straordinaria che ci permette di dar il giusto peso a ogni cosa.

Ascoltare il nostro cuore ci permette di illuminare la nostra vita.

Come si esprime davvero la semplicità?

Con amore.

È nell’amore vero e puro che riscopriamo tutta l’essenza della semplicità, tutta la sua affascinante meraviglia.

L’amare e l’essere amati avviene in maniera naturale, semplice.

L’amore non deve complicare, limitare, togliere.

L’amore dona, arricchisce, crea.

Non dev’essere difficile amare, l’amore ha di per sé la sua semplicità.

L’amore non può portare tormento, preoccupazione, paura, l’amore non è scontro, l’amore vero è pace.

Ci si ama perché si sente dentro il cuore, un’emozione forte, senza secondi fini, senza strategie, senza ragionamenti, semplicemente amore.

 L’amore non si vede, si sente.

Affrontare la vita con amore, amarsi, vedere con amore ogni persona e ogni cosa rende tutto più semplice.

Solo cercando di vedere con gli occhi pieni di amore, creiamo amore.

Nella sua straordinaria semplicità l’amore può tutto, supera le difficoltà, unisce i cuori, dona gioia e speranza.

Abbracciamo l’amore, la vita, facciamolo con semplicità.

Lasciamo scorrere.

Lascia scorrere, ciò che serve rimane.

Tutto ciò che non è necessario, utile, indispensabile al nostro benessere, lasciamolo andare.

Non sprechiamo energie.

Non permettiamo a niente e a nessuno di compromettere la nostra tranquillità.

Scegliamo semplicemente la nostra pace.

Gestiamo i nostri pensieri, le nostre azioni, semplifichiamoci la vita.

Spesso siamo proprio noi stessi a rendere complicata la nostra esistenza, ci costruiamo con cura le nostre preoccupazioni, pur non volendo.

Entriamo in vortici in cui i pensieri creano realtà immaginarie, dove fatichiamo a semplificare.

Le nostre paure possono amplificare le nostre inquietudini, non permettiamolo.

Vedere tutto con amore rende tutto più semplice.

Se riflettiamo bene, ci sentiamo in pace con poco.

Ciò che ci dona benessere non si vede, spesso non si compra, ma si sente dentro.

Ripensiamo all’ultima volta che abbiamo vissuto intensamente la gioia, che ci siamo sentiti meravigliosamente vivi?

Le emozioni che ci invadono il cuore sono tutto ciò di cui realmente abbiamo bisogno.

La nostra società, il consumismo, la globalizzazione ci crea necessità che in verità non ci servono.

Un vortice di apparenze, regole, doveri che ci risucchia.

Corriamo per non fermarci, accumuliamo per non godere, ci ammaliamo per curarci.

Ritorniamo alla base, godiamo l’essenza.

Cosa ci serve davvero?

Quali sono gli attimi in cui ci siamo davvero sentiti appagati e in pace con il mondo?

Nei nostri migliori ricordi, ciò che ci rimane impresso nell’anima sono le emozioni che abbiamo provato, sono gli affetti che ci scaldano il cuore a dare un senso alle nostre giornate.

Sono i nostri occhi riflessi nelle persone che ci amano a dare valore alla nostra esistenza.

Sono gli abbracci più forti, i sorrisi sinceri, le risate a crepapelle a donarci gioia.

La semplicità dell’amore vive nelle piccole cose.

Andiamo oltre le apparenze, il giudizio.

Coltiviamo la nostra gratitudine, scopriremo cosa realmente abbiamo, abbiamo più di quel che desideriamo avere.

Ogni giorno è un dono.

Ogni emozione è un regalo.

Semplifichiamoci la vita.

Riduciamo la quantità dei nostri pensieri, ottimizziamo le nostre energie.

Rendiamo tutto più facile, il rapporto con noi stessi, con gli altri.

Diminuiamo i nostri doveri, i nostri obblighi, le nostre responsabilità.

Abbracciamo un forte senso di libertà.

Lasciamo scorrere.

Indipendentemente da come scegliamo di vivere … tutto scorre.

Ritorniamo all’essenziale, cogliamo la purezza, impariamo ad amare la semplicità.

 

Tu come vivi la semplicità?

Lascia un tuo commento, parliamone.

 

3 AZIONI PER AMARE LA SEMPLICITÀ:

  • Lasciare scorrere, vivere l’essenziale.
  • Ridurre i pensieri, gestire la propria mente.
  • Ascoltare il cuore.

 

3 ERRORI DA EVITARE PER AMARE LA SEMPLICITÀ:

  • Coltivare la propria insoddisfazione.
  • Entrare nel vortice delle proprie paure.
  • Sovraccaricarsi di pensieri, doveri, obblighi, attività.

 

 

Buon proseguimento di giornata.

Vivi le emozioni del tuo cuore, ascolta le sue parole d’amore, e che siano urlate, sussurrate, scritte, pensate, bisbigliate, dette o non dette, l’importante che siano

Scrivi un commento

@kateandnik