Amare la propria tranquillità

Amare la propria tranquillità

Come si potrebbe non amare la propria tranquillità?

Eppure a volte, molto spesso, siamo in grado di sabotarla.

In fondo cos’è la tranquillità?

Quella sensazione di serenità che ci riallinea con il mondo.

Quel benessere profondo che ritroviamo in noi stessi.

Un sorriso di beatitudine e soddisfazione.

Il vivere secondo i propri valori.

Quella magica sensazione di essere al posto giusto, nel momento giusto, con le persone giuste.

Quell’impagabile emozione che tutto stia andando bene.

La profonda pace interiore.

La sicurezza che in ogni caso, ce la faremo.

La felicità per aver raggiunto il proprio successo e equilibrio.

Che meraviglia la tranquillità, è impossibile non amarla.

Solo colui che è tranquillo e in pace con se stesso, troverà ogni soluzione in fondo al proprio cuore.

logo-01

Il significato del termine “tranquillità” ci porta a riflettere:

“condizione di ciò che non è mosso, agitato”.

Che cosa ci agita?

La vita.

La vita che ci sfida, ci agita.

Tutto ciò che va oltre il nostro controllo e la nostra area di comfort, ogni cambiamento, ogni preoccupazione, ogni incomprensione, ogni ingiustizia, ogni nostra più intima paura.

La lista di ciò che mina quotidianamente la nostra tranquillità potrebbe essere infinita.

Questo spiega la difficoltà che riscontriamo ogni giorno nel viverla realmente.

Così la tranquillità rimane un desiderio lontano, un sogno nel cassetto, una meta.

Ogni tanto riusciamo ad assaporarla per brevi istanti, che volano via fulminei, tanto da non creare in noi l’abitudine di vivere perennemente in tranquillità, ma concedendoci la possibilità di conoscerla.

Certo forse sarebbe anche una noia, forse potremmo non apprezzarla più, perderebbe tutto il suo meraviglioso fascino se la nostra tranquillità fosse davvero una costante quotidiana.

E poi un po’ di brio nella vita è essenziale per crescere, migliorarsi, evolvere, vivere.

Eppure la propria tranquillità rimane e permane come un lontano miraggio, un desiderio profondo che tutti ricerchiamo.

S’invoca a ogni Capodanno, a ogni momento in cui decidiamo di rinascere:

da adesso voglio solo la mia tranquillità”.

I risultati non sono però sempre in linea con le proprie attese.

Forse perché non sappiamo come crearla davvero la nostra tranquillità.

Capiamo che ci serve, riscontriamo che è sia essenziale essere tranquilli, per il nostro benessere psicofisico, riusciamo addirittura a sentirne la mancanza, ma dove potremmo mai ricercare la nostra tranquillità?

Quando iniziamo con la lista dei buoni propositi, pensiamo sempre che se non avessimo questo, se non ci fosse Tizio, se riuscissimo a farci capire da Caio, se vivessimo chissà dove … tutto sarebbe meravigliosamente diverso e magicamente tranquillo.

Se solo avessimo il coraggio di fare quella cosa, di dire quelle parole, di pensare un po’ più a noi, tutto andrebbe meglio.

Dovremmo forse essere egoisti, menefreghisti, troppo sicuri di noi, ripagare tutti con la stessa moneta con cui ci pagano, allora si che … potremmo essere davvero tranquilli.

Davvero?

Non credo proprio.

Non ci vuole chissà quale stratagemma per vivere la propria tranquillità.

Non serve chissà quale luogo o strategia.

Non dobbiamo diventare ciò che non siamo, andando contro i nostri valori.

Metti in armonia ciò che dici, ciò che pensi, ciò che fai, abbraccia la tua tranquillità.

logo-01

Dobbiamo solo ascoltare il nostro cuore.

Dobbiamo lasciarci guidare dall’amore puro verso noi stessi e la vita.

Dobbiamo coltivare la nostra consapevolezza, capire cosa ci fa stare bene, comprendere cosa ci agita l’animo e perché.

Approfondiamo, riflettiamo, non possiamo nasconderci dietro le nostre paure.

Dobbiamo ricercare il nostro successo per abbracciare il nostro benessere.

La nostra tranquillità nasce dentro di noi.

logo-01

Solo noi possiamo scegliere se essere tranquilli o meno.

La tranquillità è frutto della nostra mente, della capacità che abbiamo di gestire i nostri pensieri, le nostre emozioni, i nostri stati d’animo.

Impariamo ad ascoltarci con amore.

Ogni giorno la vita ci sfida, impariamo a coltivare la nostra resilienza.

Impariamo a difendere la nostra tranquillità, ogni attimo, con chiunque e con amore.

Perché anche il modo con cui difendiamo la nostra tranquillità influenza la nostra tranquillità stessa.

Diffondere tranquillità è una forma d’amore.

logo-01

Le cose intorno a noi accadono, le persone a volte si arrabbiano, la nostra capacità quindi di affrontare le situazioni determina la nostra vera tranquillità.

Non lasciamoci inghiottire dal vortice della negatività, ma scegliamo ogni giorno la nostra serenità.

Facciamolo con la gentilezza nel cuore.

Non permettiamo a niente e a nessuno di intaccare la nostra tranquillità.

logo-01

Se qualcuno si permette di offenderci, trattarci male, ferirci emotivamente, la colpa non è sua ma nostra, che glielo permettiamo.

Lasciamo fuori dalla nostra persona tutto ciò che ci nuoce.

Lasciamo scorrere tutte le energie negative, ma non perché le situazioni non meritino, ma perché noi scegliamo la serenità.

Evitiamo di arrabbiarci inutilmente, di ribadire che abbiamo magari anche ragione, lasciamo andare.

Amiamoci talmente tanto da scegliere sempre la nostra pace.

logo-01

Preoccupiamoci di investire le nostre energie per migliorarci, per stare bene, per diffondere amore.

Non soffermiamoci solo su cosa ci manca, su cosa vorremmo, ma coltiviamo la nostra gratitudine.

Affrontiamo la vita con calma, tanto il tempo passerà lo stesso e nello stesso modo.

Abbandoniamoci al silenzio, apprezziamo il qui e ora.

Creiamo il nostro equilibrio.

Prendiamoci il tempo per comprendere con oggettività le persone e le situazioni, senza giudizio o pregiudizio.

Comprendo che non è sempre così semplice, ma è possibile.

Le situazioni a volte ci rapiscono, entriamo in vortici dai quali non riusciamo a uscirne.

Con il tempo, con la maturità, con la pratica, si riesce a padroneggiare la propria tranquillità e a farla diventare un proprio stile di vita.

Ognuno di noi deve trovare il proprio metodo per vivere la propria pace.

Solo colui che è in tranquillità con se stesso e con la vita, può essere in pace con gli altri.

logo-01

Per me la tranquillità è un abbraccio forte con la mia famiglia.

È un profondo senso di gratitudine nei confronti della vita.

È la volontà di donare tranquillità a chi mi sta accanto.

È il vivere sempre secondo i miei valori.

Non faccio la guerra solo perché amo la pace.

logo-01

Nonostante le turbolenze della vita, ricerchiamo la nostra quiete interiore, impariamo ad amare la nostra tranquillità.

Tu come vivi la tua tranquillità?

Lascia un tuo commento, parliamone.

3 AZIONI PER AMARE LA PROPRIA TRANQUILLITA’:

  • Ascoltare il proprio cuore e ricercare il proprio equilibrio.
  • Governare la propria mente: allontanare i pensieri negativi e coltivare la propria gratitudine.
  • Diffondere tranquillità con gentilezza.

 

 3 ERRORI DA EVITARE PER AMARE LA PROPRIA TRANQUILLITA’:

  • Pensare che il proprio benessere o malessere non dipenda da noi.
  • Essere sempre troppo inquieti.
  • Lasciarsi trasportare dalla negatività, lamentarsi sempre.

 

La nostra forza risiede nella capacità di tener salda la nostra tranquillità.

logo-01

Buon proseguimento di giornata.

Vivi le emozioni del tuo cuore, ascolta le sue parole d’amore, e che siano urlate, sussurrate, scritte, pensate, bisbigliate, dette o non dette, l’importante che siano

scritta-01

Scrivi un commento

@kateandnik