Mese: agosto 2017

Amare la tecnologia

Se stai leggendo quest’articolo sul tuo smartphone o sul tuo computer, io non posso che essere contenta del fatto che utilizzi la tecnologia.

Certamente, grazie alla nostra connessione continua, comunichiamo.

Quindi pare quasi ovvio che si possa o si debba amare la tecnologia, perché ci aiuta a vivere meglio, ci rende la vita più comoda.

Soprattutto per le nuove generazioni, pare impensabile, vivere ogni giorno senza la tecnologia al nostro servizio.

 Ma siamo così sicuri di tale prospettiva?

Siamo così certi che la tecnologia si pone davvero sempre al nostro servizio?

O siamo noi che dipendiamo inesorabilmente da lei?

Credo fortemente che si possa amare la tecnologia, che possiamo trarre da lei infiniti benefici, ma non bisogna diventarne schiavo, non deve limitare le nostre energie, le nostre giornate, il nostro tempo, la nostra mente, anzi.

I computer rispondono ai nostri comandi, eseguono ma non creano, la creatività rimane dell’uomo.

A volte la tecnologia anziché agevolare le nostre abitudini le complica.

Password da ricordare per ogni cosa.

Infinite email da leggere, archiviare, cancellare.

Memorie virtuali che devono contenere il più possibile.

Back up continui da fare.

Wi-Fi per essere sempre connessi.

Tutto a portata di mano, tutto semplificato nella sua complessità.

E nonostante le nostre conoscenze informatiche, non ne sapremo mai abbastanza, saremo sempre un passo indietro rispetto la tecnologia che si evolve velocemente.

Ormai ha creato in noi dipendenza.

Spesso nella vita siamo schiavi, senza accorgerci di esserlo.

Altro

Amare il mare

È impossibile non amare il mare!

Sarà per la sua immensità, per il suo profumo, per i suoi colori, per quell’associazione immediata che facciamo con le nostre vacanze, il mare è in grado di conquistare tutti.

Di solito è la nostra meta preferita per l’estate.

Osservando il mare, ritroviamo noi stessi.

Tra le sue onde riconosciamo i nostri sussulti, vorremmo la sua calma ma comprendiamo la sua tempesta.

Gli perdoniamo i suoi momenti di agitazione, lo adoriamo quando è tranquillo.

Lo ammiriamo per le sue sfumature incantevoli.

Ci lasciamo deliziare dal suo profumo.

Il mare sa capire i nostri silenzi.

Altro

@kateandnik