Mese: marzo 2017

Amare la musica

La parola “musica” deriva dal greco antico e significa:

arte delle muse”.

L’arte di organizzare suoni e rumori nel corso del tempo e nello spazio, secondo determinati schemi, utilizzando strumenti musicali o la voce umana.

Un’organizzazione meravigliosa, il cui frutto è divenuto un linguaggio universale presente fin dall’antichità, nella vita degli uomini.

Nell’evoluzione di ogni civiltà la musica ha sempre accompagnato ogni epoca.

Sono cambiati negli anni i mezzi, le parole, inevitabilmente i suoni, ma mai il suo fascino.

La musica indisturbata ha stregato e ammaliato nel tempo.

Ha donato benessere e gioia.

Ha unito e diviso.

Ha emozionato.

Ha cercato di esprimere la forza della vita attraverso le sue note.

E non solo l’ha fatto, ma continua e continuerà ancora, a donare tutta la sua magia.

La musica non si ascolta con le orecchie, ma con il cuore.

La musica riesce a penetrare nella nostra essenza, tocca la nostra anima.

Crea a volte l’unico modo possibile per esprimere ciò che il cuore tiene imprigionato in esso.

Lei si esprime e riesce a farlo in un modo così semplice e chiaro comunicando a tutti.

Riesce con le sue melodie a piacere a chiunque.

Sarà che è in grado di sfoderare diversi suoni.

 La musica riesce sempre a farsi capire.

Altro

Amare la primavera

Amare la primavera è come amare un nuovo inizio, lo sbocciare del nostro benessere.

Significa amare la natura, la rinascita, la vita.

Tra le quattro stagioni, la primavera è senza dubbio la mia preferita.

Sarà per i suoi colori, per i suoi profumi, per le dolci temperature, ma la primavera racchiude in sé una magia.

Le giornate si allungano e il sole non illumina solo la terra, ma nuove opportunità!

Vivo anch’io dentro di me il fiorire di nuove idee, la voglia di provare con il cuore pieno di ottimismo.

Sbocciano le possibilità e ci si sente improvvisamente invincibili, come un albero in fiore dopo un rigido inverno.

La natura con le sue stagioni ci insegna che tutto passa, si evolve, si trasforma e poi ritorna. Questo processo si chiama vita.

Mi piace associare la primavera ai momenti più belli della nostra vita, che arrivano dopo periodi di grande buio, dove il nostro cuore è rimasto congelato nello sconforto.

E poi ritorna inevitabilmente la speranza, la fiducia.

La gioia riempie le nostre giornate e tutto diventa possibile!

Tutto riprende vita, forma, colore!

Eppure durante l’inverno pare quasi impossibile pensare al calore del sole, appaiono un ricordo lontano i prati in fiore.

Ma ogni momento difficile ci rafforza, ogni inverno rigido irrobustirà la nostra corteccia, ci preparerà ad accogliere un nuovo inizio, una nuova vita.

Ci saranno sempre inverni nella nostra vita, ma torneranno le primavere a rallegrarci e a donarci il meglio.

Altro
@kateandnik